Milan, Gattuso non sarà più l’allenatore

Dopo il mancato raggiungimento della Champions League iniziano i primi ribaltoni in casa Milan con due addii importanti.

Nella tarda serata di ieri infatti, Gennaro Gattuso ha comunicato la sua decisione di lasciare la squadra rossonera per incompatibilità con la dirigenza, a cui verranno aggiunte le dimissioni del direttore tecnico Leonardo.

Intervistato da “La Repubblica”, il tecnico calabrese ha spiegato la sua scelta: “La mia decisione non è stata facile, lasciare la panchina del Milan per me vuol dire fallimento ma ho dovuto farlo per il bene di tutti. Non c’è stato un momento preciso in cui ho deciso di lasciare, ho dato tutto in questa nuova avventura ma non è bastato. Ho lasciato due anni di contratto? Si, è vero ma non potevo rovinare la mia storia con il Milan per i soldi”.

Dal 2014 sono invece 7 gli allenatori che si sono alternati, da tempo non si programma e ne risente anche il vivaio, come ha dimostrato la retrocessione della Primavera, e non a caso si attende anche un nuovo responsabile del settore giovanile. L’unico exploit quest’anno è quello della squadra femminile, ma Carolina Morace, concluso il campionato al terzo posto, con due giocatrici in testa alla classifica marcatori, ha lasciato per dissidi con Leonardo. Potrebbe tornare dopo l’addio del brasiliano.

Lascia un commento