Visualizza tutte le promozioni attive al momento! Scopri


Warning: call_user_func() expects parameter 1 to be a valid callback, class 'ET_Builder_Module_Helper_Style_Processor' does not have a method 'process_extended_icon' in /home/customer/www/blog.newgioco.it/public_html/wp-content/themes/Divi/includes/builder/class-et-builder-element.php on line 19309

Blog

Champions League 2020-21: 5a giornata fase a gironi – Risultati e Highlights

by Newgioco Staff
3 Dicembre 2020

Champions League 2020-2021: si è da poco conclusa la quinta giornata della fase a gironi, con risultati che, in alcuni casi, hanno confermato un pronostico ampiamente garantito sulla carta, e che in altri invece hanno stravolto anche i calcoli più minuziosi (vedi il caso del Gruppo B), quello dell’Inter. Ma procediamo con ordine:

Le partite giocate martedì 1° e 2 Dicembre

1° Dicembre

GRUPPO A – Il Bayern è matematicamente primo, il Salisburgo si è rilanciato battendo la Lokomotiv 3-1 ma sarà comunque costretto a battere l’Atletico nell’ultimo turno. Gli spagnoli avranno due risultati su tre per accedere al prossimo turno di Champions League, eliminata la Lokomotiv Mosca.
Bayern (13 punti) – Atletico (6) – Salisburgo (4) – Lokomotiv Mosca (3)

GRUPPO B – Missione qualificazione apertissima nel girone, anche per l’Inter dopo la vittoria sul campo del ‘Gladbach. I tedeschi guidano il girone con 8 punti e si qualificano agli ottavi di Champions League se vincono o pareggiano contro il Real nell’ultimo turno. Madrid costretto a vincere per essere sicuro di qualificarsi, ma potrebbe andare avanti anche con un pari in caso di vittoria dell’Inter sullo Shakthar. Il successo sugli spagnoli rimette in gioco gli ucraini, che battendo i nerazzurri andrebbero agli ottavi di Champions League.

Ma anche in caso di pareggio a San Siro, lo Shakhtar potrebbe passare con un analogo risultato tra Real e M’Gladbach, visto il vantaggio negli scontri diretti coi Blancos. L’Inter invece è costretta a vincere per continuare a sperare, ma anche una vittoria non basterebbe se tra Real e Borussia dovesse finire in pareggio: in quel caso i nerazzurri finirebbero a 8 punti assieme agli spagnoli ma retrocederebbero in Europa League perché in svantaggio negli scontri diretti.
Borussia Monchengladbach (8) – Real Madrid (7) – Shakhtar Donetsk (7) – INTER (5)

GRUPPO C – Il Manchester City (da primo del girone) e il Porto accedono a braccetto agli ottavi di Champions League dopo il pareggio per 0-0 dell’Estádio do Dragão. Olympiacos e Marsiglia si giocano l’accesso all’Europa League nell’ultimo turno. 
Manchester City (13) – Porto (10) – Olympiacos (3) – Marsiglia (3) 

GRUPPO D – Grazie al successo sull’Ajax il Liverpool passa da primo nel girone e fa un favore all’Atalanta, che nell’ultimo turno all’Amsterdam Arena avrà a disposizione due risultati su tre per andare agli ottavi di Champions League. Il Midtjylland arriverà matematicamente quarto.
Liverpool (12) – ATALANTA (8) – Ajax (7) – Midtjylland (1)

Champions League

2 Dicembre

Il Bruges tiene vive le speranze grazie al 3-0 sullo Zenit e accorcia a -2 dalla Lazio (1-1 a Dortmund, tedeschi qualificati). Nel gruppo della Juve, vincitrice 3-0 contro la Dinamo Kiev, il Barça vince a Ferencvaros con lo stesso punteggio. Il Chelsea, trascinato da un poker personale di Giroud, travolge il Siviglia e conquista l’aritmetico 1° posto. 3° il Krasnodar, protagonista dell’1-0 sul Rennes, mentre nel gruppo H può succedere di tutto: il Psg batte lo United e, insieme al Lipsia, lo aggancia a 9 punti

GRUPPO E

SIVIGLIA-CHELSEA 0-4 8′, 54′, 74′, 83′ rig. Giroud

SIVIGLIA (4-3-3): Pastor; Jesus Navas (60′ Koundé), Sergi Gomez, Diego Carlos, Rekik; Oscar Rodriguez (60′ Jordan), Gudelj, Rakitic (75′ Torres); Vazquez (66′ El Haddadi), En-Nesyri, Idrissi (60′ Ocampos). All. Lopetegui

CHELSEA (4-2-3-1): Mendy; Azpilicueta, Christensen, Rudiger, Emerson Palmieri; Kovacic (67′ Ziyech), Jorginho (85′ Gilmour); Hudson-Odoi, Havertz (67′ Kanté), Pulisic (67′ Mount); Giroud (85′ Werner). All. Lampard
Ammoniti: 
Gudelj (S), Kovacic (C), Idrissi (S), Pulisic (C), Sergi Gomez (S), Jordan (S), Mount (C), Ziyech (C)

KRASNODAR-RENNES 1-0  giocata alle 18.55 71′ Berg

KRASNODAR (4-2-3-1): Safonov; Smolkinov, Kaio, Martynovich, Ramirez; Vilhena, Cabella; Wanderson (65′ Suleymanov), Gazinski (87′ Kambolov), Claesson; Berg (91′ Ari). All. Musaev

RENNES (4-5-1): Salin; Traoré, Nyamsi, Da Silva, Truffert; Doku, Camavinga (82′ Tait), Nzonzi, Lea Siliki (65′ Grenier), Bourigeaud (73′ Gboho); Hunou (65′ Niang). All. Stephan
Ammoniti:
Nzonzi (R), Ramirez (K), Wanderson (K), Lea Siliki (R)

Siviglia e Chelsea qualificate, i Blues matematicamente primi. Krasnodar in Europa League, Rennes eliminato da tutto.
Chelsea (13) – Siviglia (10) – Krasnodar (4) – Rennes (1)

GRUPPO F

BORUSSIA DORTMUND-LAZIO 1-1 44′ Guerreiro (D), 67′ rig. Immobile (L)

BORUSSIA DORTMUND (3-4-3): Burki; Piszczek, Akanji, Hummels; Morey, Bellingham (88′ Witsel), Delaney, Guerreiro (62′ Schulz); Reyna, Reus (76′ Sancho), Hazard T. (76′ Brandt). All. Favre

LAZIO (3-5-2): Reina; Patric, Hoedt, Acerbi; Marusic, Milinkovic-Savic (80′ Caicedo), Lucas Leiva (70′ Akpa Akpro), Luis Alberto (80′ Escalante), Fares (70′ Lazzari); Correa (70′ Andreas Pereira), Immobile. All. Inzaghi

BRUGES-ZENIT SAN PIETROBURGO 3-0 33′ De Ketelaere, 58′ rig. Vanaken, 74′ Lang

BRUGES (4-1-3-2): Mignolet; Mata (91′ Van den Keybus), Mechele, Kossounou, Ricca; Balanta; Dennis Bonaventure, Vanaken (88′ Sobol), Vormer (88′ Schrijvers); Lang (88′ Okereke), De Ketelaere. All. Clement

ZENIT SAN PIETROBURGO (3-4-3): Kerzhakov; Sutormin, Prokhin, Rakitskiy (46′ Krugovoy), Douglas Santos; Erokhin (46′ Ozdoev), Barrios, Kuzyaev (65′ Musaev); Driussi (46′ Mostovoy), Azmoun, Malcom (75′ Shamkin). All. Semak
Ammoniti: Sutormin, Prokhin

Dortmund già qualificato. La Lazio ospiterà il Bruges all’Olimpico avendo due risultati a disposizione, col ko i biancocelesti finirebbero in Europa League. Zenit già fuori da tutto.
Borussia Dortmund (10) – LAZIO (9) – Bruges (7) – Zenit (1)

GRUPPO G

JUVENTUS-DINAMO KIEV 3-0 21′ Chiesa, 57′ Cristiano Ronaldo, 66′ Morata

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Demiral (69′ Dragusin), Bonucci (62′ Danilo), de Ligt, Alex Sandro; Chiesa (76′ Kulusevski), Bentancur (76′ Arthur), McKennie, Ramsey (62′ Bernardeschi); Morata, Ronaldo. All. Pirlo

DINAMO KIEV (4-2-3-1): Bushchan; Kedziora, Popov, Zabarnyi, Mykolenko (84′ Karavaev); Sydorchuk, Shaparenko; Tsygankov (91′ Lednev), Shepelev (72′ Garmash), Rodrigues (72′ De Pena); Verbic (72′ Supriaga). All. Lucescu
Ammoniti:
Bentancur (J), Zabarnyi (D), Shaparenko (D)

FERENCVAROS-BARCELLONA 0-3 14′ Griezmann, 20′ Braithwaite, 28′ rig. Dembelé

FERENCVAROS (5-4-1): Dibusz; Botka, Frimpong, Blazic, Dvali, Heister (64′ Lovrencsics); Isael, Siger (64′ Laidouni), Somalia (81′ Kharatin), Uzuni (72′ Baturina); Nguen (72′ Mak). All. Rebrov

BARCELLONA (4-2-3-1): Neto; Dest, Mingueza, Lenglet (65′ Alena), Jordi Alba (46′ Firpo); Pjanic, Busquets (46′ De Jong F.); Trincao, Griezmann (65′ Puig), Dembele; Braithwaite (80′ De La Fuente). All. Koeman
Ammoniti:
Siger (F), Busquets (B), Griezmann (B), Trincao (B)

Barcellona e Juventus, già qualificate, si giocheranno il primo posto al Camp Nou: ai bianconeri servirà un’impresa, vincere 2-0 non basta (la differenza reti totale sarebbe peggiore: 16-4 quella blaugrana, 13-4 quella della Juve) ma dovrà arrivare un successo per 3-0 per passare come primi nel gruppo G di Champions League. Dinamo Kiev e Ferencvaros si giocano l’Europa League in Ucraina, gli ungheresi terzi anche con un eventuale 3-3 (visto il 2-2 dell’andata).
Barcellona (15) – Juventus (12) – Dinamo Kiev (1) – Ferencvaros (1) 

GRUPPO H

MANCHESTER UNITED-PSG 1-3 6′, 91′ Neymar (P), 32′ Rashford (M), 69′ Marquinhos (P)

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka (90′ Ighalo), Lindelof, Maguire, Alex Telles; McTominay, Fred; Rashford (74′ Pogba), Bruno Fernandes, Martial (79′ Greenwood); Cavani  (79′ Van de Beek). All. Solskjaer

PSG (4-3-3): Keylor Navas; Florenzi (79′ Kehrer), Marquinhos, Diallo (90′ Gueye), Kimpembe; Verratti (79′ Rafinha), Danilo Pereira, Paredes (65′ Herrera); Neymar, Kean (65′ Bakker), Mbappé. All. Tuchel
Ammoniti:
Paredes, Verratti EspulsiFred al 70′ per doppia ammonizione

BASAKSEHIR-LIPSIA 3-4  giocata alle 18.55

26′ Poulsen (L), 43′ Mukiele (L), 45+3′, 72′, 85′ Kahveci (B), 66′ Olmo (L), 92′ Sorloth (L)

BASAKSEHIR (4-5-1): Gunok; Rafael, Ponck, Skrtel (46′ Epureanu), Bolingoli-Mbombo (36′ Chadli); Kahveci, Ozcan (46′ Tekdemir), Turuc; Visca (64′ Giuliano), Ba, Gulbrandsen (84′ Crivelli). All. Buruk

LIPSIA (4-2-3-1): Gulacsi; Mukiele, Upamecano, Konaté, Angelino; Kampl (46′ Adams), Sabitzer; Haidara (94′ Orban), Olmo (87′ Kluivert), Forsberg (65′ Sorloth); Poulsen. All. Nagelsmann

Ammoniti:
Skrtel (B), Upamecano (L), Turuc (B), Olmo (L), Tekdemir (B), Rafael (B)

Dando per quasi scontata una vittoria del PSG contro l’İstanbul Başakşehir eliminato e quarto, lo United per passare il turno di Champions League non deve perdere contro il Lipsia. In caso di pareggio, infatti, conterebbe il 5-0 dei Red Devils nell’andata. 
Manchester United (9) – Paris Saint-Germain (9) – Lipsia (9) – Istanbul Başakşehir (3)

Fonte: “Il giornale dello sport

Le ultime news sulla Champions League, sempre aggiornate, nella nostra sezione Sport News!

Facci sapere nei commenti chi riuscirà a strappare i pass ancora disponibili per l’accesso agli ottavi!