Visualizza tutte le promozioni attive al momento! Scopri

Blog

NBA 2021: inizia la post season!

by Newgioco Staff
17 Maggio 2021

NBA. Post season. Ci siamo.

Sono terminate le 72 gare di regular season di quest’anno. No signori, non è un errore di battitura. Sì, lo sappiamo che di norma in NBA si giocano 82 gare, ma questa stagione iniziata in ritardo ha visto il suo calendario assottigliarsi di 10 gare. No no, non c’entra il Covid. Si trattava banalmente di terminare il campionato di basket più famoso del mondo in tempo per poter vedere le Olimpiadi di Tokyo. Una mera questione di calendario, quindi. Ma per alcune franchigie, forse 10 gare in più potevano essere fondamentali.

Quindi, palla a due per la post season, ma attenzione. Anche quest’anno, come lo scorso, c’è un’anticamera. Si chiama Play-In Tournament, e non piace ai più. Ma ha il pregio di rendere vivo il finale di regular season, soprattutto per le squadre di metà classifica. Già la scorsa stagione di NBA aveva visto questo antipasto, fra ottava e nona classificata, per l’accesso ai Playoff. Ma quest’anno il menu prevede un entree ancor più gustoso.

18 Maggio, allacciata di scarpe per ben 8 franchigie. Partite secche che decideranno l’accesso ai Playoff veri e propri, e la carta prevede sfide prestigiose, che nulla avranno da invidiare alle sfide NBA successive, per qualità e stelle in campo. Saranno coinvolte le squadre arrivate fra il settimo e decimo posto delle due conference, con la formula 7a vs 8a e 9a vs. 10a. La vincente del primo accoppiamento va ai playoff contro la testa di serie numero 2. La vincente fra nona e decima va a giocarsi una seconda partita contro la perdente fra settima e ottava. La vincente di questa ulteriore sfida, ottiene il pass per scontrarsi con la vincitrice della rispettiva conference.

NBA Playoff Schedule

Si accende la post-season NBA!

Le partecipanti sono di livello, come dicevamo, e molti potrebbero domandarsi come mai troviamo certi nomi fra le posizioni numero sette e dieci della classifica NBA. Vediamo meglio:

Nella WESTERN CONFERENCE lo scontro fra settima e ottava coinvolge molti finalisti delle recenti edizioni NBA. Los Angeles Lakers vs Golden State Warriors. I Lakers erano dati come squadra da battere a inizio stagione, ma una serie di infortuni ha minato la squadra di LeBron, che detiene comunque un buon record 42-30, in una Western Conference estremamente competitiva. I Dub di Coach Kerry hanno subito una situazione analoga. Ma Kerry ha quella carta, un certo signor Steph Curry. Il ragazzo si è visto nella veste di vero trascinatore della squadra e ha macinato prestazioni da urlo fino all’ultima giornata, entrando di diritto nella lista dei candidati MVP di questa stagione.

L’altra sfida a Ovest mette contro i Memphis Grizzlies con i San Antonio Spurs. Gli speroni di Coach Popovich si affidano all’esperienza del maestro Pop, forse la vera chiave di volta per costruire l’accesso ai Playoff, che erano saltati lo scorso anno per la prima volta dopo una striscia consecutiva di apparizioni consecutive dalla stagione 1996-97. I Grizzlies si presentano trascinati da Ja Morant, l’ex Rookie-Meraviglia è il vero motore della squadra è quando è in serata, sinceramente ci pare difficile che la difesa Spurs possa opporsi in modo convincente.

EASTERN CONFERENCE che propone una sfida fra stelle: i Boston Celtics affrontano al TD Garden di Boston i Washington Wizards del duo Beal-Westbrook. Gli uomini di Brad Stevens hanno sinceramente deluso in stagione, dati come finalisti di Conference all’inizio della stagione, dopo una lunga serie di infortuni hanno rallentato la marcia fino a scendere al settimo posto.

Onestamente non possiamo darli come contender, ma se la squadra fa click e si accende come è realmente in grado di fare, il roster dei Celtics è ampiamente in grado di spazzare via i Wizards. Questi ultimi vengono da un record negativo in regular season NBA, 34-38, e tutta la baracca sembra reggersi sull’asse magico Bradley BealRussel Westbrook. Ma ci sentiamo anche di dire “Scusate se è poco”.

L’altro scontro in programma vede confrontarsi i noni classificati Indiana Pacers contro i decimi in classifica, gli Charlotte Hornets. Indiana è apparsa piuttosto agguerrita in regular season, e si affida a Brogdon e Sabonis. Charlotte ha come punta di diamante Terry Rozier ma tutta la squadra gioca di concerto, regalando 26.9 assist a partita, quinti in tutta la NBA. Due squadre che nonostante il record negativo, vanno alla palla due meritevoli che i tifosi ripongano in loro ottime speranze.

SEGUI CON NOI I PLAYOFF NBA, TIENITI AGGIORNATO NELLA SEZIONE “SPORT AMERICANI” DEL NOSTRO BLOG!